Recensione – The Plug III di Tout Terrain / Cinq5 / Supernova

Cos’è il Plug III

The Plug III è una presa USB, montata sul tappo attacco manubrio della bici. Viene alimentata da una dinamo (6 Volt 3 Watt) e fornisce a sua volta la corrente per ricaricare o alimentare dispositivi elettronici come GPS, lettori MP3, smartphone o un faro a led.

E’ realizzato in alluminio solido e resistente alla corrosione. Le parti elettroniche che compongono il Plug III (incapsulate con un liquido di tenuta in un contenitore cilindrico alluminio) sono nascoste all’interno del canotto sterzo. Una volta installato, tutto il sistema presenta un look molto pulito ed un peso di circa 100g.

The Plug III on bike

The Plug III on bike

The Plug III on bike

The Plug III on bike

Il Plug III quindi non genera energia elettrica, ma si occupa di convertire la corrente alternata a 6V della dinamo in corrente continua a 5V per la ricarica USB standard.

In accoppiata con la mia SP Dynamo PD-8X fornisce una carica USB costante a partire dalla velocità relativamente bassa di 15 Km/h. L’elettronica incorporata è compatibile con i più recenti smartphone e quasi tutti i dispositivi ricaricabili via USB – compreso l’iPhone di Apple.

Il plug è stato sviluppato e prodotto da Tout Terrain / Cinq5 / Supernova e perfezionato nel corso degli ultimi sei anni. Secondo me è abbastanza vicino alla perfezione. Rispetto a tutti gli altri alimentatori dinamo sul mercato ho scelto il plug 3 perché trovo che sia di gran lunga l’installazione più pulita, più semplice/maneggevole e con una buona protezione contro il furto.

Cosa c’è di nuovo nel Plug III

The Plug III si differenzia dal suo predecessore, The Plug II, in quanto fornisce una corrente di 5V / 500mA (standard USB) a velocità inferiori. Il Plug II non era fornito con l’amplificatore PAT II di serie.

La tecnologia PAT II

L’amplificatore di potenza (PAT II) è fornito di serie con il Plug III. La tecnologia PAT II è stata realizzata per i piloti che viaggiano a basse velocità. Questa tecnologia migliora l’efficienza del plug III e fornisce già a circa 12 km/h (con ruota da 26″), la potenza USB necessaria all’utilizzo di numerosi dispositivi. In pratica avere il PAT II significa poter ricaricare i dispositivi anche pedalando lentamente.

Plug III vs Plug II

Confronto prestazioni Plug III e Plug II

 

The Plug III – L’acquisto

L’ estate scorsa, dopo essermi documentato a lungo sui vari sistemi di ricarica tramite dinamo, ho deciso di acquistare il Plug III dal sito www.cinq5.de. Dato che era in offerta il set Plug III / Smart Power Pack II a 199€ ho optato per questo. Il costo dei componenti acquistati separatamente era 159€  per il Plug III e 99€ per la batteria Smart Power Pack II. Io comunque li volevo entrambi per cui non ho avuto dubbi sull’offerta in bundle. Ora che sto scrivendo sono andato a riguardare il sito e l’offerta del set completo è aumentata, infatti adesso costa 239€.

Oltre a questo, ho pagato 7€ di spese di spedizione e 4.58€ di sovrapprezzo per il pagamento con Paypal.

Insomma sto coso costa un botto e nemmeno ti vengono incontro con la spedizione!!

 

The Plug III – Unpacking

Ho ordinato il Plug III insieme allo Smart Power Pack II sul sito cinq5 il 18 agosto 2016 pagando tramite Paypal. Il tutto è arrivato nel giro di qualche giorno tramite corriere DHL.

The Plug III unpacking

La confezione colpisce in modo favorevole: le scatole, in cartone nero, sono eleganti e ben curate.

Dentro la scatola, nella parte superiore c’è un alloggiamento sagomato nel quale è inserito il Plug. Sotto trovano spazio il PAT II con il cablaggio, gli accessori di montaggio e il foglio illustrativo con le istruzioni in tedesco e in inglese.

The Plug III – Installazione e utilizzo

Installazione

The Plug III - MontaggioL’installazione del Plug 3 è un compito abbastanza semplice: con una discreta manualità si può eseguire da soli. Può essere montato su qualsiasi bicicletta con forcella da 1 1/8″ forata in testa. Il Plug III non è compatibile con sistemi “Speedlifters” in quanto impediscono il corretto instradamento del cavo.

Per alimentare il Plug 3 è praticamente d’obbligo l’utilizzo di una dinamo al mozzo. La dinamo deve fornire una potenza di 3W ad una tensione di 6V

Nella confezione ci sono l’espansore, la vite e i cavi necessari. Il sito cinq5 consiglia di montare il connettore USB rivolto verso la parte anteriore. Questo garantisce la massima protezione del Plug III in caso caduta della bici. Comunque si può ignorare questa raccomandazione e, in fase di montaggio, è possibile orientare la porta USB in qualsiasi posizione si desideri.

Si procede quindi rimuovendo il dado a stella corrente, sostituendolo con quello in dotazione che ha una gola per il passaggio del cavo.

Il PAT II va infilato nel canotto dello sterzo (io l’ho infilato insieme a un pezzo gommapiuma in modo che non “balli” dentro al tubo) e collegato col suo spinotto al plug 3. Nella parte inferiore del PAT II escono i due fili ai quali va collegata l’uscita della dinamo.

Gli eventuali fanali anteriore e posteriore vanno ovviamente collegati in parallelo in modo che la corrente arrivi anche a fari spenti.

Eseguito il collegamento fare un giro di ruota e verificare che il led verde si accenda. Fissare i cavi per finire il lavoro.

 

Luce verde

The Plug III - LED verdeIl LED verde in cima alla spina si accende quando c’è energia sufficiente per ricaricare i dispositivi USB.

Quando il LED verde è acceso a luce continua significa che c’è una tensione costante di 5V al connettore USB. Vale a dire che il Plug III è fornito di potenza sufficiente dalla dinamo e sta lavorando o  è pronto per il lavoro.

Il Plug III controlla la potenza fornita dalla dinamo a intervalli di qualche secondo. Se il LED lampeggia, significa che il dispositivo collegato sta assorbendo più potenza di quella fornita dalla dinamo. Di conseguenza la tensione scende sotto i 5V necessari alla porta USB per la carica. In questa situazione, la spina spegne l’alimentazione e ritenta.

In generale, il LED lampeggiante indica che occorre aumentare la velocità di marcia. In questo modo si avrà più potenza all’uscita della dinamo necessaria ad alimentare il dispositivo collegato. C’è da tener presente anche che le luci, se sono accese, assorbono una parte della potenza erogata dalla dinamo.

A quale velocità Plug III iniziare a caricare?

Questo dipende dal tipo di dinamo, dalla dimensione della ruota e dal dispositivo collegato. Da quanto ho potuto vedere finora, per avere la corrente di carica standard (5 V – 0.5 A) devo marciare intorno ai 16 Km/h con la mia SP Dynamo PD-8X su ruota da 29″ e luce anteriore spenta (la posteriore è sempre accesa).  Mi riservo di fare ulteriori prove per avere dati più precisi.

Il Plug III di per se non è dotato di batteria tampone. Questo significa che scendendo sotto la minima velocità di ricarica la spina smette di erogare corrente. Marciando intorno a quella velocità possono succedere continue accensioni/spegnimenti della spina che possono causare fastidi a certi dispositivi (es smartphone). Per questo motivo sarebbe consigliabile caricare una batteria esterna e da quella il dispositivo. Personalmente ho acquistato in bundle con il Plug anche lo Smart Power Pack che è appunto una batteria di cache (di cui parlerò in un prossimo articolo) studiata appositamente per questo sistema.

Il Plug III alle alte velocità

Non ho potuto testare il Plug a velocità elevata in quanto vado sempre abbastanza piano. Comunque da quanto ho potuto documentarmi il Plug si spegne a velocità superiori a 40Km/h per evitare sovraccarichi. Anche qui la soglia di velocità in cui interviene è relativa e dipende dal tipo di dinamo, dal dispositivo collegato e dalla dimensione della ruota.

Utilizzo del Plug III senza il PAT

In giro per la rete si mormora che il Plug III possa funzionare senza l’amplificatore PAT II. La sua rimozione alzerebbe la gamma di ricarica portandola ad iniziare a velocità più alte e mantenendola fin oltre i 50 Km/h. Non dubito che ciò sia vero, ma non ho alcuna intenzione di provarlo, in quanto molto raramente supero i 40Km/h.

Cosa si può ricaricare con The Plug III

The Plug 3 Il funziona con praticamente ogni gadget che può essere caricato o gestito tramite USB. Il che equivale a dire la maggior parte di telefoni cellulari, lettori MP3, GPS Garmin e simili, videocamere GoPro, Kindle, torce a led ricaricabili…
Per la ricarica si utilizza un qualsiasi cavo USB standard.

Cosa The Plug III non può ricaricare

I dispositivi che non possono essere ricaricati dal Plug III sono quelli che richiedono 1 Ampere o più di corrente, come un iPad, un grosso tablet o alcune delle batterie esterne più grandi. Ciò è dovuto alla limitata produzione di dinamo bicicletta piuttosto che la spina. È tuttavia possibile caricare una batteria esterna e quindi alimentare i dispositivi più affamati di potenza da lì.

Resistenza all’acqua

L’elettronica del Plug è impermeabile e sigillata, il connettore USB  ha un cappuccio in silicone che lo protegge dagli spruzzi d’acqua quando non è collegato. Cinq5 avvisa gli utenti di evitare la pulizia con getti ad alta pressione.

Con un dispositivo collegato in carica la resistenza all’acqua e agli spruzzi non è più data per certa in quanto i connettori USB non sono stagni.

Cinq5 dichiara che un po di ruggine superficiale sulla parte metallica del connettore non è un problema. La parte metallica del connettore può iniziare a ossidarsi, a seconda delle condizioni atmosferiche e area di utilizzo. Tuttavia, un velo color ruggine non influisce sulla funzionalità del connettore. Per la pulizia si può usare un batuffolo di cotone imbevuto di alcool. Inoltre è bene proteggere sempre il connettore con il tappo, se nessun cavo è collegato.

Protezione contro il furto

Tutto può essere rubato, comunque per portarsi via il Plug devono smontarlo, smontare l’espansore e scollegare l’impianto elettrico. Altri dispositivi di questo genere invece sono ‘volanti’ nel senso che sono fissati alla bici con degli elastici o fascette. In questo caso o ve li portate dietro quando lasciate la bici (e in questo caso non correte nessun rischio) oppure avrete maggiori probabilità di furto.

The Plug III – Conclusioni

Il Plug III è un dispositivo che prende in ingresso la corrente alternata a 6 Volt da una dinamo e la converte fornendo in uscita 5Volt su una porta USB standard.

Dato che ormai siamo tutti quanti dipendenti dai nostri gadget elettronici (e sembra che non possiamo rinunciarvi nemmeno per un’uscita di una giornata in bicicletta), questo dispositivo ci può fornire quel tanto di energia che serve a tenerli in vita. Se poi si parla di un viaggio di più giorni, una fonte di ricarica elettrica può diventare una cosa indispensabile.

Va da se, che non è come avere la presa elettrica di casa, la potenza a disposizione e di 3 miseri Watt i quali vanno divisi con eventuali luci/fanali. Quindi non mi meraviglio se leggo qualche recensione di gente scontenta perché non riesce a caricare il tablet. L’ideale è utilizzarlo con la batteria Smart Power Pack che è progettata per ricaricarsi lentamente anche con una minima corrente di 100mA. Questa funge da tampone mantenendo la corrente quando ci fermiamo o quando la velocità scende sotto la soglia minima.

The Plug III – Vantaggi

  • Buoni materiali e qualità costruttiva
  • Semplicità di utilizzo
  • Funzionamento a basse velocità
  • Look pulito – elettronica e cavi nascosti
  • Buona protezione contro il furto

The Plug III – Svantaggi

  • Costo esagerato
  • Non c’è una batteria cache integrata – bisogna acquistarla a parte e posizionarla in qualche posto sul manubrio
  • Ricarica sotto la pioggia sconsigliata – occorre altrimenti inventarsi una qualche protezione dall’acqua

Dati tecnici

  • Peso 100 grammi
  • Diametro 3,6 cm
  • Altezza 2,5 cm
  • Uscita USB 5V
  • Ingresso dinamo nel mozzo con 6V / 3W
  • Connettore USB Typ-A

 

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 11 febbraio 2017

    […] Vedi la pagina con la recensione del Plug III  […]

  2. 12 febbraio 2017

    […] 1 […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *